Per partecipare al concorso
effettua la registrazione.

Registrati

Se sei già un utente
fai il login.

Ops!
Devi avere almeno 18 anni per partecipare al concorso, continua a navigare sul nostro sito in cerca di ricette!

CHIUDI

Pranzo e cenone di Natale: crea il tuo menù

Un buon menù di Natale deve possedere delle caratteristiche ben precise.Anzitutto deve prevedere numerose portate che vanno dagli antipasti ai primi, per poi passare ai secondi ai contorni e infine al dolce. Solitamente, che sia per pranzo o per il cenone di Natale, devi prevedere due primi, indispensabili per accontentare tutti i commensali, e due secondi, uno di pesce e uno di carne. Abbondanti e variegati devono essere gli antipasti come i contorni, spesso a base di patate o verdura. I dolci? Forse sono proprio loro i grandi protagonisti di questa festività, capaci di richiamare la gioia, il divertimento, la convivialità delle tavolate in famiglia e soprattutto la dolcezza del Natale.
Per riuscire a organizzare il pranzo di Natale perfetto non hai che da armarti di tutti gli ingredienti necessari per realizzare le ricette che ti stuzzicano di più oltre a quelle che sai già che piaceranno proprio a tutti.

Gli antipasti natalizi: lo spirito del Natale a tavola

La varietà degli antipasti, l’attenzione che porrai nel realizzarli, la ricchezza dei condimenti utilizzati e soprattutto la creatività non faranno altro che descrivere il tono dell’intero pranzo o del cenone che sia. Gli antipasti, quindi, rappresentano il tuo biglietto da visita a tavola. Per realizzare degli antipasti natalizi coi fiocchi non devi far altro che mixare le immagini degli emblemi di questo periodo dell’anno, come gli alberi e le ghirlande, le stelle e le palle di Natale, ai sapori più indicati per questo periodo dell’anno, quindi i formaggi e le patate, i salumi e i funghi, e ancora il salmone, i gamberi e il tonno in tranci, la verza e lo speck. Le nostre ricette di antipasti di pasta sfoglia per Natale?

Primi piatti natalizi per stupire gli ospiti

Dire Natale equivale a dire (a tavola) tortellini. I tortellini, solitamente, in brodo costituiscono la pietanza che per prima si offre ai commensali come primo piatto. Se è vero che questa è una tradizione della cultura gastronomica italiana è anche vero che, per variare restando nella tradizione, i tortellini possono essere presentati in maniera differente e non direttamente immersi nel brodo nel piatto. Per questa ragione, abbiamo scelto alcune ricette di primi piatti natalizi interessanti e capaci di conquistare tutti, alle quali si aggiunge un secondo primo piatto a base di riso, semplice da realizzare ma decisamente gourmet.

Secondi piatti natalizi: il cuore di ogni Natale

L’anima di ogni cenone natalizio o di ogni pranzo di questa festività è rappresentata dai secondi piatti. Solitamente a pranzo si serve maggiormente la carne mentre per il cenone la tradizione richiede il pesce, ma puoi regolarti come meglio credi, anche basandoti sui tuoi gusti e su quelli dei tuoi ospiti. Ovviamente, se decidi di servire un secondo piatto di carne, prediligi un taglio pregiato, come ad esempio il filetto, mentre per il pesce puoi optare per il filetto di branzino. Quando si è in tanti a tavola la soluzione migliore affinché tutti riescano a mangiare una pietanza calda è optare per piatti cotti in forno che possano essere scaldati in un attimo. Oltre ai piatti di carne e pesce, come un filetto in crosta , è possibile prendere in considerazione come secondo piatto anche le torte salate natalizie, indicate per dar vita ad un secondo piatto diverso dal solito. Le torte salate natalizie con pasta sfoglia, infatti, possono essere farcite secondo il tuo gusto con tutto ciò che vuoi, risultando appetitose per tutti. I secondi piatti natalizi che non possono mancare in tavola?

Dolci natalizi: la degna conclusione di ogni pranzo di Natale

Il Natale, più di qualsiasi altra festività è legato indissolubilmente ai dolci. Diversi sono i dolci natalizi regionali che vengono preparati per tradizione in ogni territorio della penisola. In Piemonte non si può non mettere in tavola la tradizionale le torta alle nocciole piemontesi, mentre in Lombardia non può mancare il panettone. Scendendo in Liguria la tavola natalizia sarà arricchita dal pandolce mentre in Veneto dal pandoro. E se in Trentino anche a Natale il dolce che domina è lo strudel di mele, in Emilia c’è il panone di Natale. Dal panforte toscano si passa al panpepato del Lazio e al torciglione umbro, per raggiungere il sud dove predominano in Puglia cartellate e purceddruzzi e in Campania gli struffoli. Se invece vuoi optare per dei dolcetti veloci e facili da preparare da offrire a tutta la famiglia puoi pensare a dei golosi biscotti di natale da decorare A seconda della tua regione, quindi, il dolce della tradizione di certo non potrà mancare ma vi sono altri modi con cui deliziare i tuoi ospiti, soprattutto per divertire i più piccoli. Ecco 5 ricette di dolci natalizi da preparare a casa:

Come apparecchiare la tavola a Natale?

Oro, marrone, bordeaux e blu notte: sono questi i colori del Natale 2018. Per la mise en place puoi scegliere una tovaglia blu o rosso scuro alla quale abbinare piatti con profili dorati e segnaposto dorati. L’oro è il grande protagonista anche di candelabri e candele che illuminano l’atmosfera e rendono l’ambiente elegante, in pieno stile rococò.

Ordina per Date tempo difficolta

Tutte le ricette

primi piatti" title="Gamberi in crema di zucca">
Torta di rose salata con radicchio e gorgonzola con Sfoglia Buitoni" title="Torta di rose salata con radicchio e gorgonzola">
" title="Casetta di natale">
" title="Stella cometa di pasta sfoglia">
" title="Pastel de navidad">
" title="Cannoncini di sfoglia con prosciutto">

Nestle 150 Years