Suggerimenti e curiosità

Farciture per pinsa romana: 11 idee per tutti i gusti

Gusti pinsa romana: 11 idee per farcire la pinsa – Buitoni

La Base Bella Pinsa è in forno e hai tanta voglia di sperimentare in cucina. Ecco il ritratto di una delle tante serate in cui emerge il tuo estro da chef. Ami la Bella Pinsa Margherita e tieni la Bella Pinsa Prosciutto e Funghi in serbo per le sere in cui torni tardi a casa e hai una fame da lupi che solo una pinsa farcita sa placare. Oggi no, stasera è un giorno speciale, una data da ricordare o semplicemente hai invitato a casa gli amici che non vedevi da un po’.  Ti cimenterai in varie farciture per pinsa sorprendenti e golose. Ecco 11 gusti di pinsa che non puoi non prendere in considerazione per una cena che difficilmente passerà inosservata.

1. Pinsa marinata a modo mio

Partiamo dalle basi, i tradizionalisti impazziscono per la pinsa semplice e ben farcita. Rimboccati le mani e scegli la marinara contemporanea. Realizza la crema di aglio dal gusto delicato e per nulla invasivo. Elimina la buccia a 6 spicchi di aglio e togli il germe interno. Lasciali in frigo in un bicchiere di latte per almeno 8 ore. Terminato il riposo, cuoci il latte con l’aglio quasi fino al bollore. Scola e cuoci ancora l’aglio nel latte ripetendo il processo per due volte. Dopo la terza cottura, frulla l’aglio con poco latte per ottenere una crema, puoi versarla in una tasca da pasticcere. Prendi i pomodori polposi e maturi che hai acquistato, incidi una croce sulla buccia e tuffali in acqua bollente per 15 secondi, scolali e lasciali in acqua gelida fino a che la buccia non si staccherà con facilità. Elimina poi i semi e lasciali marinare con basilico fresco, olio di qualità e un pizzico di sale. Componi la pinsa marinara con il filetto di pomodoro marinato, origano fresco e la crema di aglio. Non hai mai mangiato una marinara così!

2. Pinsa manzo, puntarelle e confettura di ribes

Prova questa pinsa con carpaccio di manzo, puntarelle e confettura di ribes. Cuoci una Base Bella Pinsa in forno fino a che non è croccante. Nel frattempo, scola le puntarelle che avrai mondato e lasciato in acqua e ghiaccio il tempo sufficiente a farle arricciare su sé stesse. Lascia che la pinsa si raffreddi leggermente e condiscila con fette sottilissime di carpaccio di manzo condito con olio e sale, aggiungi nuvole di puntarelle e completa con qualche sbuffo di confettura di ribes fatta in casa. Ecco una pinsa fresca che andrà a ruba.

3. Pinsa Tartufo noci e pecorino di fossa

Una pinsa insolita quella che unisce il tartufo nero alla croccantezza delle noci tostate al sapore inconfondibile del pecorino di fossa tagliato a scaglie. Vi consigliamo di utilizzare nocciole delle Langhe e di provvedere a tostarle sul momento e tagliarle al coltello. Se non trovate il tartufo, puoi sostituirlo con una crema tartufata o con un olio al tartufo. Suggeriamo di aggiungere losanghe di porcino saltato in padella per una farcitura per pinsa romana da veri re, uno dei gusti di pinsa romana più raffinati e particolari.

4. Pinsa ciauscolo, squacquerone e rucola

Un viaggio tra Marche e Romagna per questo che è uno dei più cremosi tra i gusti di pinsa romana. Cuoci per metà della sua cottura la Base Bella Pinsa, tirala fuori dal forno e aggiungi la crema realizzata mescolando la stessa quantità di ciauscolo e squacquerone. Distribuiscila in fiocchi in modo da ottenere una pizza ben equilibrata. Quando sarà cotta, ti basterà tirarla fuori e aggiungere un tocco erbaceo con abbondante rucola selvatica.

5. Pinsa fichi culatello e primosale

Tutta estiva questa farcitura per pinsa romana. Parti da una Base Bella Pinsa ben irrorata con un’emulsione di olio extravergine di oliva e acqua, falla cuocere in forno a 230°C con funzione statica per 12 minuti e nel frattempo taglia a spicchi i fichi freschi, affetta il culatello e sminuzza il primo sale. Una volta sfornata, taglia a spicchi la pinsa e adagia una fetta di culatello, posiziona uno spicchio di fico e concludi con una pioggia di formaggio. Non ringraziarci per la dritta.

6. Pinsa con assoluto di zucchine

Una pinsa romana precotta diventa una portata da veri chef. Una ricetta che utilizza un solo ingrediente in tanti modi diversi, in modo da esaltarlo in tutta la sua bontà. E allora festeggia la primavera e le verdure dell’orto con questa pinsa con le zucchine. Alla base della pinsa fumante disponi una crema di zucchine gialle saltate in padella con olio extravergine e un tocco di curcuma. Aggiungi zucchine fritte condite alla scapece. Questa ricetta della tradizione napoletana prevede una frittura in olio profondo seguita da marinatura con poco sale e poco aceto e molta menta. Concludi con zucchine crude tagliate a nastri e marinate con pochissimo olio. Aggiungi qualche pinolo tostato per un tocco croccante.

7. Pinsa Zucca fontina e speck

Tra tutti i gusti per pinsa romana non può mancare quello che ti riporta con la mente ai sapori di montagna in autunno. Salta in padella la zucca con poco olio e timo fresco. Deve cuocere fino a che non è leggermente dorata e morbida. Sulla Base Bella Pinsa appena tolta dal forno, posiziona fette di fontina, aggiungi la zucca ancora tiepida e concludi con una dadolata di speck.

8. Pinsa gorgonzola salsiccia di Bra e mandorle

Le farciture per pinsa romana possono essere realizzate con tutti i prodotti che fanno l’Italia una delle nazioni con il più elevato tasso di specialità gastronomiche. Hai mai assaggiato la salsiccia di Bra? Si mangia anche cruda ed è cremosissima. Prova ad utilizzarla in abbinamento a qualche cucchiaiata di gorgonzola dolce e una cascata di lamelle di mandorle tostate. Non te ne pentirai!

9. Pinsa melagrana, porchetta e stracchino

Pinsa dai gusti contrastanti? Mentre la Base per pinsa romana precotta completa la sua doratura in forno, sgrana una melagrana ben matura e lavora i chicchi con lo stracchino, se vuoi, puoi usare solo il succo se non ami la durezza del seme.  In forno, poi, riscalda leggermente degli straccetti di porchetta ben condita con finocchietto e aglio. Una volta pronta, porziona la pinsa e aggiungi una noce di formaggio alla melagrana e completa con la porchetta. In un attimo sei ai Castelli Romani.

 10. Pinsa zafferano ricotta e guanciale

Se cerchi la cremosità la pinsa con lo zafferano la ricotta e il guanciale è la tua meta. Lavora la ricotta vaccina con i pistilli di zafferano naturali e lasciala riposare per qualche ora affinché ne prenda tutto il sapore. Per una pinsa romana indimenticabile ti basterà stendere sulla Base Bella Pinsa fumante fette di guanciale tagliate sottili e finire con la ricotta lavorata.   

11. Pinsa salmone, zest di arancia e provola affumicata

Il pesce sulla pinsa ti spaventa? Niente paura è solo salmone affumicato, la sua grassezza è richiamata dal gusto pieno della provola di bufala fresca affumicata e deve essere smorzato dalla fragranza delle zeste di arancia biologica. La base Bella Pinsa è pronta in forno, cosa aspetti a farcirla?

 

Cosa stai cercando?