Per partecipare al concorso
effettua la registrazione.

Registrati

Se sei già un utente
fai il login.

Ops!
Devi avere almeno 18 anni per partecipare al concorso, continua a navigare sul nostro sito in cerca di ricette!

CHIUDI
placeholder

In ambito alimentare i pesci possono essere classificati in magrissimi (meno dell’1% di lipidi: merluzzo, orata, nasello), magri (1-3% di lipidi: sogliola, spigola, trota, cernia), semigrassi (3-10% di lipidi: acciuga, tonno, sardina) e grassi (più del 10% di lipidi: salmone, sgombro, aringa). Il pesce è facilmente digeribile e fornisce un apporto calorico generalmente basso: è quindi un alimento chiave anche nelle diete ipocaloriche.

Contiene proteine definite ad “alto valore biologico” (10-20%), in quanto contenenti aminoacidi essenziali per il nostro organismo. Nel pesce sono molto ben rappresentati gli acidi grassi polinsaturi, in particolare gli omega-3 e contiene buone quantità di fosforo, calcio e iodio.
Per quanto riguarda le vitamine sono presenti prevalentemente quelle del gruppo B e le vitamine A, D ed E.

La scelta della tipologia di cottura più idonea può essere un elemento determinante nel mantenere il più possibile inalterati i componenti nutrizionali del pesce (ad esempio scegliendo la cottura al forno). La frequenza di consumo consigliata è di almeno due porzioni alla settimana.

placeholder
Melanzana > Scopri
placeholder
Verdure > Scopri
placeholder
Patata > Scopri
placeholder
Fagioli > Scopri
placeholder
Radicchio > Scopri
placeholder
Salame > Scopri
Nestle 150 Years