Per partecipare al concorso
effettua la registrazione.

Registrati

Se sei già un utente
fai il login.

Ops!
Devi avere almeno 18 anni per partecipare al concorso, continua a navigare sul nostro sito in cerca di ricette!

CHIUDI
Gli accorgimenti per usare le padelle antiaderenti

Chi non ha in cucina una padella antiaderente? È l’ideale per ottenere cotture rapide e soprattutto più leggere: dato che i cibi non si attaccano grazie alla particolare superficie, si può usare meno olio, burro e altri grassi. I cibi non si bruciano e le padelle sono molto facili da pulire. Tutte queste caratteristiche sono dovute al teflon, il materiale liscio al tocco che riveste le padelle. Questo particolare materiale possiede la proprietà di non reagire con altre sostanze, come gli alimenti con cui entra in contatto, ma solo se si rispettano due fondamentali condizioni: la superficie deve essere completamente integra e la temperatura a cui si utilizza non deve superare i 200°C. Ecco perché è fondamentale fare attenzione agli strumenti che si usano per girare i cibi: devono essere di legno, silicone o plastica, in modo che non righino la padella. Mai usare le pagliette abrasive al momento del lavaggio e l’ideale sarebbe mettere un foglio sopra alle padelle quando si ripongono nella dispensa impilate. Questo tipo di contenitori sono piuttosto economici, ma hanno anche vita breve: anche se ben tenuti, di solito durano un paio di anni. Quando il teflon comincia a cedere, è il momento di buttarli: ci sono alcuni negozi che li rottamano, altrimenti potete portarli nelle discariche.

Stampi in alluminio o silicone?
Stampi in alluminio o silicone? > Scopri
Paiolo
Paiolo > Scopri
Cottura al vapore
Cottura al vapore > Scopri
placeholder
3 Idee per la tavola di Pasqua > Scopri
Tritaprezzemolo
Tritaprezzemolo > Scopri
Salsa besciamella
Salsa besciamella > Scopri
Nestle 150 Years