Per partecipare al concorso
effettua la registrazione.

Registrati

Se sei già un utente
fai il login.

Ops!
Devi avere almeno 18 anni per partecipare al concorso, continua a navigare sul nostro sito in cerca di ricette!

CHIUDI

Come mangiare e cucinare le fave fresche

Appartenenti alla famiglia delle leguminose, le fave devono la loro unicità al fatto di poter essere mangiate anche crude. Anzi, gustate in questo modo è possibile mantenerne inalterate le qualità nutrizionali. Preziosa fonte di proteine e ferro, la fava cotta viene spesso abbinata ai cereali. La percentuale limitata di grassi ne permette il consumo anche da parte di chi è a dieta, portando a migliorare il drenaggio degli eventuali liquidi in eccesso. Le fave fresche sono particolarmente tenere e non risultano amarognole; proprio per questo non è necessario decorticarle. Se freschissima, la fava può essere mangiata semplicemente accompagnandola nel piatto con pane e una grattata di pecorino, come da tradizione romana. Nei prossimi paragrafi presenteremo alcune ricette con le fave, semplici da realizzare e particolarmente gustose.

Idee veloci con protagoniste le fave

Un modo velocissimo per cucinare le fave consiste nel saltarle in padella con un filo d'olio d'oliva, aglio e cipolla, aggiungendo acqua (o brodo vegetale) fino a copertura. Qual è il tempo di cottura delle fave fresche? Saranno pronte in 20-30 minuti, variabile in base al grado di tenerezza mostrato inizialmente. Terminata la cottura è sufficiente versare altro brodo per ottenere una zuppa. Se preparate in padella le fave possono rappresentare un ingrediente ideale per la farcitura di torte salate. Un'ulteriore alternativa consiste nel ridurle in crema con un frullatore ad immersione, quindi utilizzare il "patè" per condire la pasta, oppure spalmandolo su dei crostini.

Orecchiette con asparagi e fave

Questo primo piatto presenta un abbinamento di colori davvero intrigante, e può essere proposto come deliziosa ricetta nella stagione primaverile.
Occorreranno:

500 g di orecchiette
500 g di asparagi verdi
300 g di fave sgranate
Olio extra-vergine d'oliva q.b.
Sale e pepe (macinato fresco) q.b.
Alcune foglioline di menta

Inizia la preparazione lavando e mondando gli asparagi, quindi riducili in 3 parti e versali in una ciotola contenente acqua e sale. Lasciali sbollentare per una quindicina di minuti. Una volta scolati effettua la medesima operazione con le fave (in questo caso occorrerà qualche minuto in più per lessarle).
Nell'attesa metti a cuocere la pasta in una casseruola piena di acqua salata.
Mentre la pasta è in cottura poni sul fuoco una padella piuttosto capiente e versa al suo interno 4 cucchiai d'olio. Rosola asparagi e fave per circa 4-5 minuti, a fuoco medio. Quando la pasta sarà pronta scolala e versala in padella; alza la fiamma e mescola tutti gli ingredienti, aggiustando di sale e pepe. Distribuita la pasta nei piatti di portata, guarnisci con le fogliette di menta prima di servire in tavola.

Fave fresche ricetta light: Riso fave e pecorino

Sei in cerca di un piatto leggero, con protagoniste le fave, che possa soddisfare pienamente il palato? La ricetta del riso con fave e pecorino è perfetta da proporre a chi non vuole rinunciare alla linea.
Gli ingredienti da utilizzare sono:

150 g di riso carnaroli
300 g di fave
80 g di pecorino toscano
Qualche fogliolina di menta fresca
Sale e pepe nero q.b.
Olio extravergine d'oliva q.b.

Per prima cosa sgrana le fave e falle sbollentare giusto per un paio di minuti. Scolale e ponile immediatamente in una ciotola con acqua e ghiaccio, quindi procedi a eliminare la pellicina esterna. Trasferisci le fave in un'altra ciotola e aggiungi menta (precedentemente sminuzzata), pepe, sale ed olio extravergine. Metti a cuocere il riso in acqua salata, scolandolo al dente e facendolo raffreddare. Non ti rimarrà altro che unire riso, fave e pecorino ridotto a dadini e, se necessario, aggiungere un pizzico di sale, pepe macinato ed altro olio. Una volta mescolato il tutto, attendi qualche istante prima di servire.

Cous cous con fave e cipolle

In estate il cous cous rappresenta un piatto semplice da preparare, nutriente e colorato, soprattutto se condito con verdure. Una ricetta alternativa del cous cous prevede tra gli ingredienti fave e cipolle. Serviranno, nel dettaglio:

250 g di cous cous precotto
400 g di fave
2 cipolle rosse grandi
Il succo di mezzo limone
Sale e pepe q.b.
Burro q.b.
Olio extravergine d'oliva q.b.
Alcune foglioline di menta

Inizia la preparazione versando il cous cous in una ciotola e aggiungendo 3 cucchiai di olio. Tale operazione è necessaria per poterlo lavorare con le mani. Amalgamati i due ingredienti unisci 300 grammi d'acqua bollente. Mescola nuovamente e lascia riposare per alcuni minuti. Scola il cous cous servendoti di un colino a maglie fitte e lascialo raffreddare, ricordandoti di sgranarlo più volte con una forchetta. Prendi le fave e sgusciale, quindi ponile a sbollentare per 20-25 minuti in acqua salata. Sbucciate le cipolle riducile a spicchi piuttosto sottili.
Versa sul fondo di una padella 4 cucchiai d'olio; quando sarà caldo trasferisci nella padella stessa le cipolle e cuocile fino a farle imbiondire. A quel punto aggiungi le fave e continua la cottura per pochi secondi. Per concludere versa il tutto sul cous cous aggiungendo sale, pepe, una generosa noce di burro e, da ultimo, il succo di limone. Servi dopo aver guarnito con le foglioline di menta.



Nestle 150 Years