Per partecipare al concorso
effettua la registrazione.

Registrati

Se sei già un utente
fai il login.

Ops!
Devi avere almeno 18 anni per partecipare al concorso, continua a navigare sul nostro sito in cerca di ricette!

CHIUDI

Le 5 migliori ricette di torte salate estive da mangiare fredde

Quando il caldo aumenta, le giornate si fanno lunghe e afose, un pranzo o una cena all’aperto è il momento più ambito della giornata. Pur avendo voglia di piatti gustosi, sentiamo la necessità di qualcosa di fresco, freddo addirittura che ci appaghi senza appesantirci. Il nostro ideale di pasto leggero, veloce, pratico e saporito è rappresentato indubbiamente dalle torte salate estive fredde. Preparate con cura e amore alle prime luci del giorno, quando le temperature sono più miti, sono un pensiero felice costante fino al momento in cui arriva l’ora di addentarle. Per la verità le amiamo sempre anche in autunno e in inverno quando le lancette dell’orologio corrono troppo in fretta e abbiamo bisogno di comfort food. Se, come noi, amate le torte rustiche ecco 5 ricette perfette per la stagione calda, da mangiare rigorosamente fredde.

1. Sfogliata caprese: orgoglio italiano

Senza dubbio la più italiana delle torte salate, la sfogliata caprese è una di quelle ricette da preparare in anticipo e completare appena prima di portarla in tavola. Un ampio cestino di Pasta Sfoglia delicata raccoglie tutto il sapore dei pomodori di stagione e della mozzarella, sormontati da una cascata di basilico. Banale? No di certo. La sfogliata è una torta salata fredda che si presta a infinite varianti. Se vi piace mantenere l’effetto cromatico, potete inserire qualche fetta di rapa rossa lessa, o di carote rosse, altrimenti adoperate solo pomodori ma variate, scegliendo tra varie tipologie di mozzarella. Utilizzate il comune fiordilatte o, se preferite la tenacia al morso, comperate una treccia. Nulla vieta di utilizzare mozzarella di bufala fresca anche nella sua versione affumicata. Ricordate di condire con olio extravergine di oliva di ottima qualità, itrana e nocellara del belice, ad esempio, fanno un forte sentore di pomodoro. Per una sfogliata strong, che rimanga un secondo vegetariano, unite qualche goccia di pesto di basilico.

2. Torta salata scarola e stracchino, una fetta tira l’altra

La scarola è una delle insalate più versatili che trovate in commercio. Anche conosciuta con il nome di indivia, è buonissima in una insalata fresca, si presta ad essere cotta in numerose ricette della tradizione. Se ne avete acquistato un cespo, realizzate una torta con scarola e stracchino. In questa torta salata da gustare fredda, la scarola incontra la leggera acidità dello stracchino, a completare la farcitura numerosi pomodorini. Se la trovate nel banco frigo, sostituite il formaggio con la burrata o la stracciatella o, se preferite una torta salata con carne, aggiungete una dadolata di petto di pollo saltato in padella. Il guscio di questa torta viene preparato con la cottura in bianco, quella che prevede che pesetti in ceramica o più comunemente fagioli, vengano versati sull’impasto e finiscano in forno per garantire una cottura uniforme e un impasto che non si gonfia. Una volta raffreddata completamente, la pasta sfoglia è pronta per essere condita. Seguite passo passo la nostra ricetta se avete commensali intolleranti al glutine, altrimenti sostituite la base con una sfoglia Bontà di semi per un risultato rustico e saporito.

3. Tarte ai pomodori, il sapore dell’estate

L’estate è la stagione in cui i pomodori giungono a maturazione, se ne trovano di ogni tipo e sono così belli da far gola anche crudi. La tarte ai pomodori è un’ode a questo ortaggio, un velo di formaggio fresco ne bilancia il sapore. Usate una robiola se preferite o un formaggio di capra, ricordando di aromatizzarli con qualche erba come origano o timo. Cambiando i pomodori, per esempio, cambia completamente il gusto di questa torta salata con ricetta veloce. Usate i cuori di bue o i pomodori costoluti o i marinda se amate la croccantezza, se invece vi lasciate stregare dalla dolcezza utilizzate il pomodorino giallo del piennolo o pomodori perini, i più comuni pachino possono essere mescolati con i fiaschetto. Questa torta salata da mangiare fredda può anche accompagnare un piatto di prosciutto crudo o qualche fetta di bresaola.

4. Strudel affumicato funghi e prosciutto

Dopo una lunga passeggiata, una nuotata rilassante o una mattinata particolarmente frenetica quello che sogniamo è un pasto corroborante e, perché no, una torta salata con verdure da addentare. Per un pranzo sostanzioso lo strudel affumicato giunge in vostro soccorso. Nel suo ripieno si mescolano passata di pomodoro e funghi champignon e non solo. Il gusto affumicato deriva da due ingredienti che si sposano alla perfezione: la scamorza incontra nella farcia il prosciutto di Praga. Questo particolare prosciutto è molto noto in tutta la Boemia. Nato alla fine del 1800, è diventato molto popolare all’inizio del secolo scorso, ed è uno degli alimenti portabandiera della gastronomia della repubblica ceca. Se non doveste trovarlo in commercio, potete sostituirlo con prosciutto cotto o con la porchetta tagliata molto sottile, se invece non volete rinunciare al suo gusto affumicato orientatevi sullo speck ma prestate attenzione alla quantità di sale all’interno della passata di pomodoro.

5. Torta salata estiva con peperoni

Siamo sinceri: possiamo dividere le persone che conosciamo tra coloro che amano a dismisura i peperoni e quelli che, purtroppo per loro, non possono mangiarli. Controversi ortaggi estivi, sono in realtà un ottimo alleato quando siete alla ricerca di ricette di torte salate da mangiare fredde. In questo rustico i peperoni vengono cotti semplicemente saltandoli in padella per ammorbidirli, completano la cottura in forno con abbondante formaggio caprino, all’interno di una base di Pasta sfoglia senza glutine. Se temete di non digerire i peperoni vi consigliamo di prepararli fiammeggiandoli con un cannello per eliminare la buccia o di lasciarli cuocere in forno a 150°C per 20 minuti. Una volta pronti chiudeteli in un sacchetto per alimenti che possa reggere le alte temperature e lasciateli raffreddare. In questo modo potete privarli semplicemente della pelle e dei filamenti interni senza troppi sforzi. Prediligete peperoni rossi e gialli più digeribili di quelli verdi, oppure orientatevi su quelli che vengono chiamati anche friggiteli.



Nestle 150 Years