Per partecipare al concorso
effettua la registrazione.

Registrati

Se sei già un utente
fai il login.

Ops!
Devi avere almeno 18 anni per partecipare al concorso, continua a navigare sul nostro sito in cerca di ricette!

CHIUDI

Cavolo verza: ricette e curiosità

Tipi di Verza

La verza è un particolare cavolo cappuccio tipico della stagione invernale. Caratterizzata da foglie di colore scuro, di grandi dimensioni e solcate da una fitta trama di venature, la verza è ricca di principi nutritivi benefici. La sua forma tonda e compatta è simile a quella del cavolo cappuccio, dal quale si preparano diverse ricette tradizionali, tra cui i crauti, il contorno tipico bavarese più popolare.

La principale differenza tra verza e cavolo cappuccio sta nelle venature che, nelle foglie del secondo ortaggio, appaiono molto nette ma in numero evidentemente inferiore. Entrambi i prodotti dell'orto, assieme a tutti gli altri della famiglia dei cavoli, sono particolarmente consigliati a chi segue una dieta sana ed equilibrata. Per i suoi benefici, la verza era trattata come un elemento divino nella Grecia Antica. Le proprietà della verza erano note già all'ombra del Partenone e, per secoli, le foglie del cuore di questo ortaggio sono state considerate alla stregua di un'erba medica. Ricca di ferro, calcio, potassio, magnesio, vitamine A, C e K, la verza è un antiossidante naturale. Come tutti i cavoli, la verza svolge anche un'azione antinfiammatoria, contribuisce a tenere bassa la pressione arteriosa e a proteggere l'apparato cardiocircolatorio. Consigliatissima anche come antitumorale, la verza è uno degli ortaggi che non mancano mai nella dieta di soggetti che desiderano perdere peso o affetti da diabete.

Le coltivazioni di verza sono diffuse su tutto il territorio italiano e danno i loro frutti nell'ultimo periodo dell'autunno e in inverno. Tra le tante varietà, spiccano la verza violacea particolarmente diffusa in veneto e nel veronese, la verza piacentina, il cavolo di Montalto e sua maestà il cavolo-verza Monarch. Un'anteprima della verza è disponibile ogni anno con le precoci varietà Wirosa e Princess.

Come cucinare la verza

Il cavolo verza è alla base di alcuni piatti regionali del nord Italia, come la cassoeula o i pizzoccheri. Cuocerlo è un'operazione relativamente semplice, anche se è necessario, per prima cosa, pulirlo e tagliarlo in maniera adeguata. Le foglie esterne, più scure e dure, vanno rimosse ma non necessariamente buttate nell'umido. Le parti in eccesso, infatti, possono essere riciclate per preparare un brodo vegetale.
Una volta raggiunto, il cuore della verza va tagliato in quattro spicchi, dai quali è bene rimuovere la radice che si trova al centro. Le parti restanti vanno sminuzzate in strisce.

La verza, ripulita e tagliata nel formato desiderato, va bollita, cotta al vapore o al forno. La bollitura è sicuramente il metodo più utilizzato per cuocere la verza, anche se tutte le possibili tecniche di cottura sono funzionali alla preparazione di piatti con la verza e ne salvaguardano i nutrienti.
Ottima da mangiare anche dopo una semplice bollitura, condita con olio extravergine d'oliva e un pizzico di sale, la verza è un ingrediente molto duttile, perfetto per giocare un ruolo chiave nella preparazione di tante ricette saporite. Scopriamone qualcuna.

Farfalle di Verza al sapore di mare

Un primo piatto fantasioso e rapido da preparare che esalta al massimo le proprietà della verza e il suo sapore.

Ingredienti (per 4 persone)

  • 1/2 Kg di Verza
  • 400 grammi di Farfalle Buitoni
  • da 10 a 15 acciughe sotto sale
  • Grattugiato Buitoni
  • 1 spicchio d'aglio

Preparazione

Sciacqua le acciughe, in maniera tale da epurarle in parte dalla salatura, poi lasciale a bagno nell'aceto bianco per circa 5 minuti. In una padella abbastanza capiente, soffriggi a fuoco lento l'aglio in olio extravergine d'oliva. Aggiungi le acciughe e, quando queste avranno cominciato a sciogliersi, cala anche la verza in padella. In una decina di minuti circa la verza dovrebbe essere pronta da personalizzare con un pizzico di pepe. Intanto cuoci le Farfalle Buitoni in acqua salata e bollente, scolandole al dente.
Salta la pasta in padella, assieme alla verza, per una trentina di secondi. Una volta impiattate le farfalle ancora fumanti, è arrivato il momento dell'ingrediente segreto: un pugno di Grattugiato Buitoni che aggiunge croccantezza e sapore.

Cuore rosso, con stufato di verza e bacon affumicato

Tra le ricette con le verze più innovative, ecco un nutriente e saporito piatto unico a base di uovo, bacon croccante e, naturalmente, verza.

Ingredienti (per il singolo piatto)

  • 120 grammi di verza
  • 80 grammi di pancetta affumicata tagliata in fette sottili
  • 1 uovo
  • scalogno
  • 1 cucchiaino di senape
  • 1/2 tazzina di vino bianco
  • Crostino Buitoni

Preparazione

Taglia il cuore della verza in strisce sottili e calala in acqua bollente. Copri la pentola e lasciala cuocere per circa 10-15 minuti a fuoco basso. Intanto, in una padella antiaderente, poggia la pancetta in fette e lascia rosolare a fuoco lento, girandolo di tanto in tanto, fino a che non diventa croccante e dorato. Metti il bacon ad asciugare su una carta apposita.
Cuoci l'uovo ad occhio di bue, versandolo appena aperto in una padella ben calda con un filo d'olio extravergine d'oliva. In una terza padella capiente, metti a soffriggere lo scalogno e, in un secondo momento, la senape. A questo punto, se la cottura della verza è quasi ultimata, trasferiscila nella padella con scalogno e senape e lasciala saltare per un paio di minuti, per renderla più croccante. Annaffia il tutto con il vino bianco.
Posiziona l'uovo ad occhio di bue al centro di un ampio piatto da portata. Disponi la verza intorno all'uovo e poggiaci sopra qualche fetta di bacon croccante. Aggiungi un pizzico di pepe e servi, posizionando due Crostini del Borgo Buitoni ai lati del piatto.

Involtini di verza con carne

Gli involtini sono uno dei secondi piatti con verza più gustosi in assoluto. Ideali da preparare per un pranzo in famiglia o con amici, questi scrigni di sapore sapranno farsi apprezzare anche dai palati più esigenti.

Ingredienti (per 4 persone)

  • 1 cavolo verza
  • 400 grammi di carne di manzo macinata
  • 1 uovo
  • 1 scalogno piccolo
  • 30 grammi di pancetta affumicata
  • 60 grammi di salame
  • 50 grammi di parmigiano grattugiato
  • 50 grammi di burro
  • Pangrattato Buitoni
  • 1 tazzina di vino bianco

Preparazione

Prendi delicatamente le foglie intere dal cavolo verza, facendo attenzione a non romperle o sgualcirle. Calale in acqua bollente, copri la pentola con un coperchio e lascia bollire a fuoco lento per una decina di minuti. A questo punto, le foglie saranno lesse e malleabili.
Per il ripieno degli involtini di verza con carne, metti in un mixer il manzo macinato, il salame e trita assieme il tutto. Una volta ottenuto un composto omogeneo, ponilo in un recipiente abbastanza capiente. Aggiungi l'uovo, il parmigiano, sale e pepe quanto basta, un pizzico di coriandolo tagliato finemente e un cucchiaio abbondante di Grattugiato Buitoni. Una volta mescolato bene il tutto, lavora il composto facendo tante polpettine per quante sono le tue foglie di verza lessate.
Poni su un ripiano le foglie ben stese e metti una polpettina all'interno di ognuno di essa, chiudendo a fazzoletto.
In una padella a parte, soffriggi lo scalogno con il burro e assieme alla pancetta affumicata tagliata a listelle. Quando il fondo saporito sarà pronto, poggia all'interno gli involtini, sfumali con il vino bianco e lasciali cuocere per circa 40 minuti. Se ti sembra che si stiano seccando eccessivamente durante la cottura, bagna il tutto con qualche goccia d'acqua. Servili ancora caldi, per esaltarne il favoloso mix di sapori.



Tags: ,

Nestle 150 Years