Per partecipare al concorso
effettua la registrazione.

Registrati

Se sei già un utente
fai il login.

Ci sei quasi!
Conferma di voler partecipare al concorso e di aver letto il REGOLAMENTO

CONFERMO

Ops!
Devi avere almeno 18 anni per partecipare al concorso, continua a navigare sul nostro sito in cerca di ricette!

CHIUDI
Storia e tradizione Buitoni
Come nasce Buitoni

Come nasce Buitoni

È il 1827 quando l’intraprendente Giulia Boninsegni Buitoni, nota a tutti come “mamma Giulia” dà vita, insieme al marito, a un piccolo laboratorio nella piazza di Sansepolcro. Qui pochi operai e senza l’uso di macchinari, producono una pasta fatta con l’ancora sconosciuto grano duro, importato per l’occasione dalla Puglia. La produzione industriale di pasta secca è una scommessa coraggiosa vista l’epoca, eppure Buitoni ha successo, tanto che nel 1856 il figlio Giovanni apre un altro pastificio a Città di Castello, investendo in un mulino e portando la produzione a 100 quintali giornalieri.

Innovazione Buitoni

Innovazione Buitoni

L'innovazione è il filo conduttore che caratterizza tutto il percorso del marchio fin dagli inizi. Con la prima farina da commercio e i semolini di grano duro, la famiglia Buitoni diventa fornitrice di Casa Savoia e nel 1861 presenta la sua nuova pasta per minestra all'Esposizione Italiana Agraria Industriale di Firenze . Nel 1884, sotto la guida di Giovanni Buitoni, avviene la svolta : inizia la produzione della pastina glutinata ,una nuova specialità dietetica che porta Buitoni a diventare la prima azienda italiana a proporre un'alimentazione controllata,ma che non rinuncia al gusto della tradizione.

Il successo di Buitoni

Il successo di Buitoni

Le continue innovazioni portano il marchio al successo internazionale. In pochi decenni Buitoni ottiene importanti riconoscimenti alle Esposizioni Internazionali di Chicago e Parigi e, nel 1901, viene insignita della croce al merito del lavoro. Negli anni ’30 viene anche inaugurato il primo Spaghetti Store targato Buitoni a New York.

La pubblicità Buitoni

La pubblicità Buitoni

Buitoni rappresenta un marchio innovativo anche nel sapiente uso che ha fatto degli strumenti pubblicitari. La pubblicità è fin da subito il cavallo da battaglia della strategia commerciale, anche grazie a Federico Seneca che ne dirige l'ufficio. Pittore, grafico e uno dei primi grandi pubblicitari d'Italia, Seneca ha ideato manifesti che stupiscono ancora oggi per la modernità del taglio stilistico.Anche le etichette sono una preziosa testimonianza di quanto l'azienda fosse all'avanguardia. In particolare Enrico Hartmann, litografo e incisore di origini svizzere, ne firma una collezione di splendida fattura.

L’impegno sociale di Buitoni

L’impegno sociale di Buitoni

La fama di azienda rivoluzionaria si deve anche alla creazione di un'intensa attività nel dopolavoro. Già negli anni'30 Buitoni fonda una sorta di moderno circolo aziendale : gite nel tempo libero,squadre sportive, manifestazioni canore e tanto altro. L'attenzione per i dipendenti non si traduce solo in questi momenti, nella seconda metà degli anni '20, l'apertura di un asilo nido aziendale permette alle dipendenti di non rinunciare al lavoro dopo la maternità. In quegli anni è inoltre già operativa una mensa. Come se non bastasse, nel 1906 Buitoni costruisce una centrale idroelettrica sul Tevere che permette a Sansepolcro di essere la prima città in Italia ad avere l'energia elettrica.

Nestle 150 Years